Dieta del riso: depurativa, dimagrante e proteica

Il riso, a differenza della pasta, non è tutto uguale nelle sue proprietà nutrizionali. Infatti, ogni tipo di riso ha diverse caratteristiche, tuttavia resta sempre un alimento leggero, depurativo, disintossicante e in certi casi curativo: non per nulla esiste la consuetudine popolare di mangiare riso in bianco, quando ci si sente intossicati o si ha problemi agli organi dell’apparato digestivo e intestinale.

La leggenda metropolitana intorno al riso più conosciuta è che esso ha proprietà astringenti, la stessa reputazione che ha la banana, ovvero che non permette regolarmente di svuotare l’intestino. Può essere vero, ma in parte, poiché sono le dosi che fanno la differenza: del resto, ogni cosa fatta con esagerazione ha le sue controindicazioni, benché possa diventare utile in caso di dissenteria, una cura alimentare molto efficace poiché il riso contiene gran quantità di amido.

Al contrario, il riso integrale aiuta a regolarizzare le funzioni intestinali, se si soffre di costipazione, ma anche a facilitare la digestione, per il suo contenuto di fibre. Il riso nero invece stabilizza i livelli di colesterolo, mentre il riso rosso contribuisce ad abbassare la pressione sanguigna. Inoltre, il riso in generale è un alimento indicato per la celiachia, ossia l’intolleranza al glutine, in quanto le proteine del riso hanno una scarsissima quantità di glutine, quasi nulla, nonché la percentuale di tossine che è ridotta al minimo.

Per tutti questi motivi, una dieta a base di riso può portare enormi benefici, anche perché sazia subito, contiene poco sodio ed ha uno scarso apporto di calorie. Inoltre è drenante, facilita la diuresi ed è un ottimo alleato per combattere la ritenzione idrica. Ma la sua qualità migliore è che fa dimagrire molto velocemente.

Tuttavia, come ogni dieta restrittiva, ad esempio quella del limone, dev’essere seguita per un breve periodo, al massimo una decina di giorni, anche perché non c’è abbastanza equilibrio nell’alimentazione. La dieta prevede infatti, una colazione con un bicchiere di latte di riso (o latte scremato) e 3 gallette di riso con un po’ di marmellata, un pranzo con 100 grammi di riso (poco olio e sale), spuntino con un frutto (metà mattina e metà pomeriggio) e una cena con 100 grammi di carne bianca, 50 grammi di pane e verdure a piacere.

Se invece vogliamo farla come si deve, anche come detox (nei primi 3 giorni c’è la fase depurativa, mentre nei restanti 7 si perde peso), i primi tre giorni la colazione sarà con una tazza di crema di riso dolcificata con miele e 50 grammi di mirtilli freschi, il pranzo con 80 grammi di riso integrale con un filo d’olio extravergine, un frutto per spuntino e a cena 60 grammi di riso con verdure miste. Per la settimana che segue, la colazione sarà fatta come indicato nella prima dieta, il pranzo con 80 grammi di riso bollito con formaggio magro fresco e verdure, mentre la cena con 80 grammi di riso integrale con pesce grigliato oppure con carne bianca e verdure.

Con questa dieta comunque potete spaziare, l’importante è di attenersi agli alimenti prescritti e di non superare le dosi indicate. Infatti, vista la poca varietà di alimenti e dunque di elementi nutrizionali, consultate sempre il vostro medico prima di iniziare, soprattutto se soffrite di particolari disturbi. Se invece “scoppiate di salute” procedete liberamente, però sempre nei limiti di tempo consentiti. Non esagerate mai, in qualunque cosa.

Le diete più strane e nocive da non fare, le mode più pericolose
Cioccolata calda light in 2 minuti, dietetica e tutta naturale

Crediti » Video inseriti (di proprietà dei canali corrispondenti): YouTube ○ Testi originali: Fitness Fun©

Link Utili:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright