Sessione intensiva per bruciare 500 calorie in 30 minuti

〉 Bruciare calorie velocemente 〈

Sempre più si preferiscono esercizi per bruciare calorie in casa, con tutta la comodità che ne consegue, pertanto in questo articolo si propone un allenamento completo “casalingo” che vi aiuterà a dare un bel colpo di coda al vostro metabolismo, sfruttandolo al massimo per ottenere i migliori risultati di consumo calorico. Però, si sconsiglia di affrontarlo se non si è sufficientemente allenati, dato che necessita di resistenza e buona preparazione fisica.

Ma, 500 calorie a cosa corrispondono? Sulla tabella degli alimenti sono veramente poche, nel senso che già un piatto di pasta con qualche condimento saporito raggiunge più o meno tale quota, mentre sulla tabella dei grassi la proporzione è piuttosto bassa, pertanto non sarà sufficiente fare una sessione ogni tanto. Diciamo che, generalmente, un chilo di grasso (quindi esclusa la massa magra) si smaltisce con 3.500 calorie bruciate, perciò bruciare 500 calorie corrisponderebbe a 70 grammi di grasso corporeo eliminato.

Comunque, se non si è allenati sarà difficile che le prime volte si possa portarla a termine, considerando l’intensità dello sforzo prolungato nel tempo: 30 minuti sembrano pochi, e invece sono un’eternità quando si fa attività sportiva da “principianti”. In questi casi bisogna essere graduali, cominciare un po’ per volta, giorno dopo giorno, iniziando con 10/15 minuti a salire, finché non ci si rende conto di poter sostenere uno sforzo continuato e intenso. Sarà il vostro fisico a dirvelo.

Prima di tutto, per una sessione del genere è indispensabile dedicare dieci minuti abbondanti allo stretching, quindi procedere con un buon riscaldamento per evitare di arrecare danni alla muscolatura con contratture o distorsioni varie, le quali possono diventare seriamente dolorose quando si ritorna alla fase del raffreddamento. È fondamentale preparare il muscolo ed elasticizzarlo, specialmente se dobbiamo affrontare un tipo di allenamento come questo, benché siano presenti alcune pause finalizzate al defaticamento.

Sovraccaricare i muscoli quando non si ha un adeguato allenamento non è solo pericoloso per i danni che può provocare, ma anche per il gonfiore ai muscoli stessi che causano dolore, o comunque fastidio, il giorno successivo quando l’acido lattico sarà “sceso”, impedendoci perfino di camminare. Peraltro, saremo così stanchi che avremo traumatizzato non solo il nostro corpo ma anche la nostra mente, la quale ci rimetterà un po’ per decidersi a ripetere una qualsiasi sessione sportiva.

Fare un’attività fisica del genere è efficace e produttiva se alternata ad altre sessioni più leggere, in modo da mantenersi allenati e soprattutto essere costanti. La costanza è tutto, infatti meglio fare ad esempio mezz’ora di camminata veloce 2/3 volte a settimana piuttosto che fare una sessione intensiva isolata, una volta tanto, la quale può diventare controproducente, causare più danni che benefici alla muscolatura e al fisico in generale.

Questa sessione è mirata al diretto consumo dei grassi, poiché nell’allenamento classico i primi a bruciare sono gli zuccheri, durante i primi 10/15 minuti di attività, per poi passare allo smaltimento dei grassi, una volta che la temperatura corporea inizia ad alzarsi e si comincia a sudare. Più si suda e più si brucia, questo è in sostanza il principio, e inoltre si eliminano le tossine, perciò quando fate attività fisica normale cercate sempre di farla non meno di 20 minuti per volta, dato che, in caso contrario, non avrete eliminato i grassi, gli odiosi nemici che ci prendono in giro dal display della bilancia.

Utili consigli e trucchi per accelerare il metabolismo
Gli esperti lo confermano: camminare fa dimagrire

Crediti » Video inseriti (di proprietà dei canali corrispondenti): YouTube ○ Testi originali: Fitness Fun©

Link Utili:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright